Crea sito

PER COSA LA FRANCIA E' FAMOSA - 4

Bécassine

BÉCASSINE

Bécassine è il nome di un famoso personaggio di fumetti francese, apparso per la prima volta nel primo numero della rivista "La semaine de Suzette" nel 1905. Nata dalla fantasia di Joseph Pinchon, Bécassine è la piccola e volenterosa domestica bretone (petite bonne bretonne) della marchesa Grand-Air, che veste in abiti tradizionali e che vive nel paese di Clocher-les-Bécasses, vicino a Quimper, dove tutti hanno il naso lungo all'infuori di lei. Il suo nome deriva non solo dal piccolo paese della Bretagna in cui vive, ma soprattutto dal francese "bêtise" che significa "sciocchezza, stupidaggine" per alludere al suo carattere ingenuo e innocente, nonché alla credenza del suo paese che l'intelligenza sia proporzionale alla lunghezza del naso.

Bécassine è un personaggio dolce e gentile, piena di buoni sentimenti, amica degli animali e dei bambini. A lei sono stati dedicati numerosi fumetti e anche bambole, tanto da essere divenuta un personaggio molto conosciuto sia in Francia che all'estero.

Pierrot

PIERROT

Pierrot (letteralmente "Pierino" o "Pietrino") è un personaggio della commedia dell'arte di origine italiana, in seguito importato in Francia, Paese che gli ha dato maggiore fama. Il suo nome deriva da quello di "Pedrolino" (appunto "piccolo Piero"), brillante maschera inventata dall'attore italiano Giovanni Pellesini nel 1673 e poi perfezionata da Fabio Antonio Sticotti. Fu suo figlio, Antonio-Jean Sticotti, ad esportare questo personaggio all'estero (all'inizio col nome di Gilles) e a dargli le caratteristiche di clown malinconico. Il mimo francese Jean-Gaspard Debureau dette poi a Pierrot, nell'Ottocento, le sembianze di clown vestito di bianco e coi bottoni neri, con una lacrima dipinta in volto, che guarda tristemente la luna pensando alla sua innamorata Isabella, così come lo ricordiamo oggigiorno.

GIULIO VERNE

Giulio Verne (Jules Verne), famoso scrittore francese dell'Ottocento, è considerato il padre fondatore (fondateur) dei moderni romanzi di fantascienza, per aver scritto racconti avventurosi a carattere scientifico e avveniristico che sono divenuti capolavori immortali della letteratura di ogni tempo. Se ne ricordano i più famosi: "Il giro del mondo in ottanta giorni", "Ventimila leghe sotto i mari", "Viaggio al centro della terra" e "Dalla Terra alla Luna".

I fratelli Lumière

I FRATELLI LUMIÈRE

I fratelli Auguste (nella foto, a sinistra) e Louis (nella foto, a destra) Lumière furono gli inventori del cinema moderno. Nel 1895, infatti, inventarono il "cinematografo", una macchina in grado di proiettare alcune fotografie in sequenza ad ampia velocità per dare l'illusione del movimento, nonché di riprodurle su uno schermo. Nonostante il discreto successo della loro invenzione, negli anni successivi si dedicarono ad altre attività, giudicando il cinema "un'invenzione senza futuro".

Vai anche alla pagina "IL CINEMA" del blog di Francese Facile per trovare altre informazioni sull'argomento.

IL ROCOCO'

Il Rococò fu un famoso ed importante stile artistico francese che ebbe origine tra la fine del Seicento e la prima metà del Settecento, ed ebbe una maggiore espressione durante il regno di Luigi XV. Da un punto di vista cronologico, questo stile si colloca fra il pomposo Barocco del Seicento e il più sobrio Neoclassico della fine del Settecento, ed è caratterizzato da un'estrema raffinatezza e cura dei dettagli, nonché da un gusto estetico frivolo e sbarazzino, che ai suoi tempi si espresse soprattutto nell'arredamento dei giardini e dei palazzi e nella decorazione di soprammobili e porcellane, oltre che nel lussuoso abbigliamento delle dame di corte e dei valletti che vivevano alla reggia. Il suo nome deriva dal termine "rocaille" (scoglio, pietra) per indicare il suo esordio attraverso la decorazione dei giardini e delle fontane con conchiglie e motivi rocciosi con i quali gli architetti riuscivano a creare vere e proprie composizioni artistiche.

Cyrano de Bergerac impersonato da Benoît-Constant Coquelin

CYRANO DE BERGERAC

Cyrano de Bergerac è una famosissima commedia nata dalla penna del drammaturgo francese Edmond Rostand nel 1897. La storia narra di Cyrano, abile spadaccino, poeta e intellettuale innamorato della bella Rossana, ma afflitto dalla lunghezza del suo naso, caratteristica che gli impedisce di dichiararsi alla sua innamorata. Pertanto, questa preferisce rivolgere le sue attenzioni al goffo amico di Cyrano, il bel Cristiano, tanto avvenente quanto stupido. Cyrano inizia a corteggiarla per conto di quest'ultimo, e solo alla fine, poco prima di esalare l'ultimo respiro, riuscirà a far sì che la sua amata scopra la verità sui suoi inconfessabili sentimenti.

Vai alla pagina dedicata a EDMOND ROSTAND che trovi nella sezione di LETTERATURA FRANCESE del blog associato al sito internet per saperne di più sulle sue opere.

Roulette

LA ROULETTE

La roulette è un famoso gioco d'azzardo nato Italia, che però ha avuto maggiore fama in Francia a partire dal Settecento, grazie anche all'abitudine della regina Maria Antonietta di dedicarvi intere giornate. Per questa ragione, la lingua con cui si gioca è il francese, anche se ne esistono alcune varianti come la roulette inglese e quella americana.

Il nome "roulette" significa "rotella" e consiste in un disco contrassegnato da numeri pari e dispari, rossi e neri, all'interno del quale viene lanciata una pallina mentre il disco sta girando. Il giocatore scommette sul posizionamento della pallina sullo scomparto di un particolare numero, ma negli altri tipi di roulette si può scommettere anche solamente su un colore o sull'uscita di un numero qualsiasi che sia pari o dispari.

Il gestore della roulette, a cui spetta il lancio della pallina, si chiama "croupier", ed è da lui che all'inizio del gioco viene detta la famosa frase "Faites votre jeu" (Fate il vostro gioco), dopo il lancio della pallina "Les jeux sont faits" (I giochi sono fatti) e alla chiusura delle scommesse "Rien ne va plus" (Niente vale più); frasi ormai così famose da essere conosciute da tutti, anche dai non frequentatori dei casinò.

Arsenio Lupin contro Herlock Sholmes

ARSENIO LUPIN

Arsenio Lupin (Arsène Lupin) è il più famoso ladro gentiluomo della letteratura, francese e non. Questo personaggio dotato di grandissima intelligenza, classe e charme, abile nel trasformismo quanto nell'arte della seduzione, nasce nel 1905 grazie allo scrittore francese Maurice Leblanc. A lui sono stati ispirati negli anni numerosi film, telefilm e addirittura una famosissima serie animata giapponese dal titolo "Lupin III".

Nell'immagine a fianco è riprodotta la copertina del libro di Leblanc "Arsenio Lupin contro Herlock Sholmes", nome storpiato di Sherlock Holmes, del 1906.

Sarah Bernhardt

 

SARAH BERNHARDT

Sarah Bernhardt (nome d'arte di Henriette-Rosine Bernhardt) è stata una celebre attrice di teatro francese della fine dell'Ottocento, soprannominata "La divina" (La Divine) e "La voce d'oro" (La voix d'or) per le sue straordinarie doti canore e teatrali. Il suo ruolo più famoso fu "La signora della camelie", opera ispirata all'omonimo romanzo di Alexandre Dumas figlio, ma la sua figura fu resa immortale anche dalla penna di Marcel Proust, di cui fu Musa ispiratrice nello scrivere il romanzo "Alla ricerca del tempo perduto" (À la recherche du temps perdu).

Se sei interessato, vai anche alla pagina su MARCEL PROUST presente nel blog associato al sito Internet www.francesefacile.altervista.org.

IL CONTE DI MONTECRISTO

"Il conte di Montecristo" (Le comte de Monte-Cristo) è un celeberrimo romanzo scritto da Alexandre Dumas padre, che narra la storia di Edmond Dantès, marinaio marsigliese condannato ingiustamente al carcere di massima sicurezza nel castello di If, fuggito grazie all'aiuto del compagno di prigionia, l'abate Faria, e divenuto ricco grazie al tesoro trovato sulla sperduta isola di Montecristo. Tornato in Francia sotto le mentite spoglie di un ricco straniero, il Conte di Montecristo, Dantès riesce, attraverso una serie di rocambolesche avventure, a ottenere vendetta su coloro che avevano congiurato contro di lui e a riconquistare il suo amore di gioventù, la bella Mercédès, che intanto ha sposato uno dei congiurati. 

Vai anche alla pagina sui DUMAS per avere maggiori informazioni sul romanzo.

La mongolfiera

 

I FRATELLI MONTGOLFIER

Jacques Étienne (o semplicemente Étienne) e Joseph Montgolfier furono due importanti fratelli inventori che nel Settecento, sotto il regno di Luigi XVI, misero a punto alcuni esperimenti sul volo che portarono all'invenzione che da loro prende il nome: la mongolfiera. Tale invenzione ha contribuito non solo a rendere per sempre immortale il loro nome e le loro imprese, ma ha anche aperto la strada agli esperimenti che nel XX secolo hanno condotto all'invenzione del moderno aeroplano.

MUSICISTI FRANCESI

La Francia è la patria di numerosi musicisti e compositori che hanno regalato al mondo opere e sinfonie di straordinaria bellezza. Fra loro, si citano: Georges Bizet, Claude-Achille Debussy, Maurice Ravel, Camille Saint-Saëns, e Frédéric François Chopin, musicista polacco naturalizzato francese.

MADAME BOVARY

"Madame Bovary " è il titolo di un celeberrimo romanzo scritto da Gustave Flaubert nel 1857, noto per essere un fantastico esempio di romanzo realista. Esso infatti non descrive una vita idilliaca, come era usanza nei romanzi antecedenti, ma la storia di una famiglia borghese, e in particolar modo di Emma Bovary, moglie di un medico inetto incapace di soddisfare la sete di vita e di divertimento della giovane moglie, annoiata dalla vita monotona che è costretta a condurre. Emma vivrà una serie di avventure nelle quali tenterà di sfuggire a tale monotonia, finché, ormai piena di debiti e senza più uno scopo, si ucciderà ponendo fine alle sue sofferenze.

Se sei interessato, vai anche alla pagina su GUSTAVE FLAUBERT presente nel blog associato al sito Internet per trovare maggiori informazioni sul romanzo e sull'autore.

Cani barboncini

IL BARBONCINO

Il barboncino ( o "cane barbone") è una famosa razza di cane francese di media o piccola taglia, dalla pelliccia folta e riccia. Proprio a causa dei suoi ricci è chiamato in Italia "can barbone", ma in Germania è conosciuto col nome di "Pudel" e in Inghilterra come "poodle". Anticamente veniva utilizzato come cane da caccia, e questo giustifica la creazione, nel XVIII secolo, dell'insolito taglio del pelo fatto in modo da lasciargli alcune parti del corpo scoperte: questo serviva infatti per evitare che il pelo finisse impigliato negli arbusti durante le battute di caccia, o che vi si attaccassero sopra zecche e forasacchi. Il suo nome in francese, "caniche", potrebbe derivare da "canard", cioè anatra, l'animale che il barboncino era solito cacciare grazie alla sua abilità nel nuotare. Di questa razza ne esistono molte varietà, di tutte le taglie e di tutti i colori. Oggi è soprattutto un cane da compagnia, intelligentissimo e fedele, e l'uso come cane da caccia è stato completamente abbandonato.

Immagini tratte da:

- https://it.wikipedia.org/wiki/Auguste_e_Louis_Lumière (paragrafo "I fratelli Lumière"). Pubblico dominio.

- https://it.wikipedia.org/wiki/Cyrano_de_Bergerac_(Rostand): illustrazione di Benoît-Constant Coquelin nei panni di "Cyrano de Bergerac", opera di Edmond Rostand del 1897 (paragrafo "Cyrano de Bergerac"). Pubblico dominio.

- https://en.wikipedia.org/wiki/Arsène_Lupin: immagine della copertina di "Arsenio Lupin contro Herlock Sholmes" (paragrafo "Arsenio Lupin"). Pubblico dominio.

- https://it.wikipedia.org/wiki/Sarah_Bernhardt ("Sarah Bernhardt"): pubblico dominio.

- https://it.wikipedia.org/wiki/Fratelli_Montgolfier: Immagine della mongolfiera (paragrafo "I fratelli Montgolfier"), particolare dell'illustrazione della dimostrazione pubblica ad Annonay. Pubblico dominio.

- Archivio fotografico di Thinkstock by Getty Images. Voce "Ruota della Roulette", foto di Barry Austin (paragrafo "La roulette"). 

- https://en.wikipedia.org/wiki/Poodle (pubblico dominio): foto dei barboncini (paragrafo "Il barboncino"). 

Le immagini di "Bécassine" e di "Pierrot" appartengono al sito www.francesefacile.altervista.org. Possono essere utilizzate in altre opere o siti web a patto che si citi la fonte di provenienza.