Crea sito

LEZIONE 3: PRONOMI PERSONALI (1a PARTE)

In questa lezione saranno introdotti i pronomi personali in francese. Per accedere alla seconda parte della lezione, si clicchi su PRONOMI PERSONALI 2.

PRONOMI PERSONALI SOGGETTO (ATONI)

Je                    Io
Tu                   Tu
Il                      Egli
Elle                 Ella
Nous               Noi
Vous               Voi
Ils                     Essi
Elles                Esse

Occorre sempre ricordare che:

- I pronomi personali soggetto, al contrario di quanto accade in italiano, non possono mai essere omessi all’interno di una frase!

- In francese il pronome di cortesia non è “LEI” come in italiano, ma “VOI”: “Vous”. Quindi anche il verbo va sempre coniugato alla seconda persona plurale.

Vous habitez ici? = Lei abita qui?

- Il pronome "JE" deve essere apostrofato in "J' " davanti a un verbo che inizia per vocale o H muta:

ES. Je arrive → J'arrive  (Arrivo)

- Anche il pronome "TU" può essere apostrofato in " T' " quando davanti a un verbo che inizia per vocale o H muta, ma questo soprattutto nella lingua parlata più che in quella scritta! Nella lingua scritta può essere apostrofato solo "JE".

ES. Tu es génial → T'es génial!  (Sei grande!)

PRONOMI PERSONALI TONICI (TALORA USATI PER FORMARE IL COMPLEMENTO OGGETTO)

Moi                  Me
Toi                    Te
Lui                    Lui
Elle                   Lei
Nous                 Noi
Vous                 Voi
Eux                   Loro (uomini)
Elles                 Loro (donne)

Come già spiegato nella lezione 2 (COME TI CHIAMI?), i pronomi TONICI possono essere utilizzati davanti ai pronomi soggetto per ribadire chi è il soggetto della frase:

Moi, je vais….                   Io vado….

Come nel seguente esempio:

Toi, tu es français. Moi, je suis italien.
Tu sei francese. Io, invece, sono italiano.

Ma si utilizzano anche:

- in alcuni casi per sottolineare maggiormente anche il complemento oggetto (o di termine se preceduti dalla preposizione à):

Il aime moi                      Lui ama me        

- nelle domande o nelle frasi affermative quando non seguiti da un verbo:

Et toi?                                E tu?

- prima dell'avverbio "AUSSI" (anche) quando non è presente il verbo della frase:

Moi aussi!                        Anch'io!

- Dopo "C'EST" o "CE SONT":

                                                          C'est moi = Sono io

- quando davanti al pronome c'è una preposizione (o la congiunzione QUE/QU' del comparativo):

                                        Il parle avec moi                        Lui parla con me

PRONOMI PERSONALI TONICI PRECEDUTI DA "À" (TALORA USATI PER FORMARE IL COMPLEMENTO DI TERMINE)

à moi                a me
à toi                   a te
à lui                   a lui
à elle                 a lei
à nous              a noi
à vous              a voi
à eux                 a loro  (uomini)
à elles               a loro  (donne)

PRONOMI RIFLESSIVI

Me                   Mi
Te                    Ti
Se                    Si (sia uomini che donne)
Nous               Ci
Vous               Vi
Se                    Si (sia uomini che donne)

I pronomi riflessivi sono già stati introdotti nella lezione 2: COME TI CHIAMI?

Alcuni di essi possono essere apostrofati quando davanti a una vocale o ad H muta: ME, TE, SE diventano infatti M', T' e S'.

ES. Je me appelle→ Je m'appelle    (Io mi chiamo)

Vi sono poi i pronomi personali atoni COMPLEMENTO DIRETTO e COMPLEMENTO INDIRETTO, che vengono utilizzati per esprimere rispettivamente il complemento oggetto e il complemento di termine in maniera più frequente dei pronomi tonici. L'uso dettagliato dei pronomi personali complemento oggetto (diretto) e complemento di termine (indiretto) è spiegato nella lezione 23: PRONOMI PERSONALI 2.                                                         

N.B.

In francese, quando ci si riferisce a oggetti e non a persone, alla terza persona singolare non si usano spesso i pronomi “Il” e “Elle” ma si preferisce piuttosto usare Ça, che traduce l’italiano “ciò, questo/a, questa cosa”.

Ça va?                            Come va (ciò)?
C’est quoi, ça?               Cos’e’ questo (ciò)?

« Ça » è sia soggetto che complemento oggetto.

Ça va bien                      Questo (ciò) va bene

Je crois ça                       Credo questo (ciò).

Usato col significato di "questo/a", anch'esso può essere utilizzato all'inizio della frase per ribadirne il soggetto, animato o inanimato che sia, ma solo quando la frase in questione inizia con "C'EST" (forma contratta di "CE EST") e non con il pronome personale "IL/ELLE", perché è un rafforzativo di "CE":

Ça c'est mon ami Jean-Pierre              Questo è il mio amico Jean-Pierre

L’uso di "Ç​a" verrà spiegato in maggior dettaglio nella lezione 37: AGGETTIVI DIMOSTRATIVI.